CONCLUSO IL XIV CONGRESSO NAZIONALE UIL SCUOLA

Pino Turi eletto segretario generale
Riconfermata la segreteria nazionale

E’ Pino Turi, il segretario generale eletto dal XIV Congresso nazionale della Uil Scuola che si è svolto a Montesilvano.

Una conferma, per i prossimi quattro anni alla guida del sindacato confederale della scuola, giunta con una votazione all’unanimità e un lungo applauso.

Confermata insieme a

Turi, l’intera segreteria nazionale: Giuseppe D’Aprile, Antonello Lacchei, Noemi Ranieri, Pasquale Proietti.

Ancora una volta – si legge nel documento finale del Congresso – il sindacato, la Uil Scuola, intende porsi come punto di riferimento serio e affidabile per la ripartenza. Dalla capacità del sindacato Confederale di essere coeso deriverà la capacità di “contaminare” e condizionare i governi che si candideranno ad assumere la leadership della nazione. Altrettanta attenzione occorrerà porre per resistere alla tentazione di ‘supplire’ ad una classe politica in divenire: serve il confronto, un confronto serio, per qualificare le proposte e trovare soluzioni condivise.

Il modello di scuola che la Uil Scuola sostiene è quello di scuola basata su autogoverno, autonomia, contrattazione. La scuola funzione fondamentale dello Stato, richiamata dalla Costituzione. Siamo contrari alla logica del modello neo-liberista che la vorrebbe ridurre a servizio, con studenti e famiglie come utenti, clienti da soddisfare.

Il modello di scuola italiano ha dato e dà ancora oggi risultati eccellenti, in termini di sviluppo, di identità culturale, di integrazione e bisogna restituire la fiducia necessaria per riacquisire l’autorevolezza che gli è propria.